Dom Perignon: eccellenze da conoscere

Molti rapper famosi, tra cui Gué Pequeno citano in Dom Perignon P2: “Se hai sete beviamo Dom Perignon P2”. Cos’è Dom Perignon P2? Cosa lo rende differente da un Dom Perignon?

Dom Perignon è uno champagne prodotto in Francia, nel cuore della regione Champagne da una dei colossi del lusso più importanti del mondo: Moet Hennessy. Ogni anno Dom Perignon rilascia sul mercato il proprio champagne esclusivamente millesimato. La percentuale maggiore delle uve è sempre quella dell’annata di vendemmia che è riportata in etichetta. Dom Perignon Vintage 2012 contiene principalmente le uve della vendemmia 2012. Questi champagne, in alcune annate specifiche raggiungono delle vette di altissima qualità, al punto da far decidere allo chef de cave di lasciarle evolvere sui propri lieviti per molti anni, in attesa che giungano ad una nuova vita. Questo è il punto di partenza di uno champagne Dom Perignon P2, uno champagne Vintage che ha sostato sui propri lieviti per molti anni; non a caso P2 è spesso indicato come la seconda vita del Vintage come lo conosciamo noi.

P2, abbreviazione di Plénitude 2, per essere il capolavoro che tutti conosciamo deve attendere nelle cantine della maison per almeno 15 anni. Questo lungo periodo di sosta permette ai lieviti contenuti all’interno delle bottiglie di affinare e di evolvere gli aromi in un modo che non sarebbe possibile diversamente. Tutto ciò comporta un costo superiore rispetto i Dom Perignon Vintage, che sostano in cantina un tempo inferiore. Il prezzo di un Dom Perignon P2 è appunto giustificato da un processo di produzione che ha nel tempo, il bene più prezioso che ognuno di noi ha a disposizione, il suo alleato principale.

Dom Perignon P2 2002, una veloce degustazione.

L’ultima annata di Dom Perignon P2 è la 2002, un vino dalla grande mineralità e freschezza allo stesso tempo. Un sorso potente che lascia estasiati tra piacere e consapevolezza della grandezza raggiunta dal metodo classico di champagne. Un colore carico ed intenso che richiama l’oro con tutte le sue sfumature. Al naso si presenta intenso con note di frutta candita, piccola pasticceria e spezie golose, tra cui spicca un divertente zafferano sapido e brillante. Al palato è una bomba che riempie la bocca con grande opulenza ed energia saziando la gola come pochi altri. La frutta candita, la pasticceria sapida e gli aromi speziati evolvono con rapidità in un finale leggermente salito e piccante.